Giallo al Cimitero Maggiore

Giallo al Cimitero Maggiore
Giallo al Cimitero Maggiore

Giallo al Cimitero Maggiore

Paola Varalli

Recensione

Giallo al Cimitero Maggiore è un giallo che gli appassionati del genere non possono assolutamente perdere. Edito dalla casa editrice Frilli, con questo libro l’autrice, Paola Varalli, torna nell’ambientazione di un vero e proprio giallo che conquista i lettori fin dalla prima pagina, nell’esplorazione di scenari che risultano senza dubbio coinvolgenti.

Le protagoniste sono Anita Valli e Mirella Bonatti, due amiche che precedentemente avevamo potuto leggere nel libro L’antiquario del Garegnano. In Giallo al Cimitero Maggiore viene narrata una storia dalla trama davvero particolare. Una delle due protagoniste, Anita Valli, trascorre una parte delle sue giornate facendo delle passeggiate nel Cimitero Maggiore di Milano.

Questo luogo viene raccontato e descritto dall’autrice come con un ingresso ampio, con la presenza di due cancelli, uno dedicato all’entrata e uno per l’uscita. I cancelli vedono il passaggio principalmente dei carri funebri, ma si possono vedere spesso delle auto di servizio o dei veicoli di privati che non possono muoversi a piedi.

Anita passeggia ancora una volta tra le tombe, osservando quella di Gianna Picci Schirò, che è nata a Zoagli ed è morta a Milano, quando era ancora giovane. Passa poco tempo e si stupisce davvero tanto, perché qualcosa di strano stava accadendo: Anita vede proprio Gianna Picci Schirò a terra, vittima di uno scippo della borsa.

Ma come è possibile, se in realtà doveva essere priva di vita? Lo stupore rimane, considerando che Gianna scappa immediatamente. Ad Anita non resta altro da fare che raccontare tutto a Mirella, la sua amica, che è fidanzata con Giorgio Santini, commissario.

Ma le vicende non finiscono qui, perché a rendere tutto più complesso ci pensano anche delle sparizioni di clochard e un’impresa di pompe funebri che sembra avere qualcosa da nascondere. Insomma, qual è il filo conduttore che lega tutti questi eventi? Le due amiche riusciranno a scoprire cosa sta succedendo nel dettaglio e porre una fine ai misteri che sono raccontati nel libro?

Conclusioni

Giallo al Cimitero Maggiore è sicuramente un volume che narra un racconto avvincente, che scorre molto bene e con una trama davvero ben articolata. Le ambientazioni e i personaggi vengono descritti in modo molto preciso dall’autrice, che riesce a coinvolgere fino all’ultima pagina del libro. Un ottimo modo per esplorare un mondo pieno di misteri e per calarsi all’interno di un’avventura, nella quale non tutto è come sembra.

Voto

5/5