Tumore all’intestino: la difesa è nello yogurt?

Un possibile argine agli “adenomi” intestinali? Lo yogurt, consumato due o più volte a settimana. E’ il risultato di uno studio condotto dalla Washington University School of Medicine, che ha visto coinvolti oltre 32.000 persone di sesso maschile e altre 55mila circa di sesso femminile.

Ai soggetti è stata praticata un’endoscopia del tratto intestinale, dopo aver raccolto informazioni sul loro stile di vita e sull’eventuale consumo di yogurt. Alla fine del lavoro, pubblicato sulla rivista “Gut”, è emerso che i pazienti che consumavano yogurt almeno due volte a settimana avevano una probabilità di sviluppare “adenomi” intestinali ridotta del 19%, con una riduzione del 26% per gli adenomi più pericolosi, ovvero quelli che possono trasformarsi in cancro al colon-retto.

Naturalmente si tratta di uno studio ancora iniziale, ed è pertanto impossibile poterlo definire già oggi come attendibile e stabilire una correlazione inoppugnabile tra il consumo di yogurt e ridotto rischio di “adenomi” intestinali.

Tuttavia, gli autori evidenziano la struttura del progetto, che ha visto il coinvolgimento di migliaia di persone. Gli stessi ricercatori dell’Ateneo di Washington hanno spiegato come i fermenti lattici dello yogurt siano in grado di evitare l’accumulo di sostanze tossiche nel tratto intestinale, svolgendo anche un’azione antinfiammatoria che va quindi a ridurre il rischio che si formino gli “adenomi”.

Durante lo studio sono stati scoperti 5811 adenomi nei soggetti di sesso maschile e 8116 nelle donne: resta quindi da capire perchè l’assunzione di yogurt non si sia rivelata così benefica nella popolazione di sesso femminile.