Italodisco: testo, significato, video del brano dei The Kolors

The Kolors Italodisco

Il gruppo musicale italiano The Kolors è tornato in grande stile con il brano Italodisco, un successo che ha rievocato la disco music italiana degli anni ’80 nell’estate del 2023.

Rilasciato il 5 maggio, Italodisco ha scalato la classifica FIMI a luglio, raggiungendo la posizione numero uno. Il brano ha inoltre conquistato le classifiche in Germania, Polonia e Svizzera, con oltre 15 milioni di stream e più di 6 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Testo di Italodisco dei The Kolors

Sbagliare un calcio di rigore

suonare prima dei Coldplay

forse sì, forse no

almeno tu hai sempre ragione

quante domande ti farei

dimmi di sì, dimmi di no

un tatuaggio da rifare perchè non mi piace più

e a volte ho l’ansia che mi sale (che mi sale)

la cosa che mi fa incazzare è quando non mi parli più

il mondo sembra tutto uguale (tutto uguale)

Io mi fido più di te che di me

che dei miei dei DJ

Presto che non resisto

italodisco

scusa se insisto

questa notte quello che preferisco

è un chiodo fisso

un imprevisto per far l’amore

Questa non è Ibiza

Festivalbar con la cassa dritta

ti sto cercando ma è nebbia fitta

ti giuro se ti penso la mia testa suona

suona italodisco

Io sto distratto e tu sei seria

ognuno tra i pensieri suoi

forse sì, forse no

mi parte il basso dei Righeira

se vado incontro agli occhi tuoi

la cosa che mi fa incazzare è quando non rispondi più

e a volte ho l’ansia che mi sale (che mi sale)

Io mi fido più di te che di me

che dei miei dei DJ

Presto che non resisto

italodisco

scusa se insisto

questa notte quello che preferisco

è un chiodo fisso

un imprevisto per far l’amore

Questa non è Ibiza

Festivalbar con la cassa dritta

ti sto cercando ma è nebbia fitta

ti giuro se ti penso la mia testa suona

suona italodisco

disco

suona italodisco

disco

suona italidisco

Vorrei spiegarti quanto mi manca Moroder nell’anima

mi parte la cassa eppure sto zitto

italodisco

Questa non è Ibiza

Festivalbar con la cassa dritta

ti sto cercando ma è nebbia fitta

ti giuro se ti penso la mia testa suona

suona italodisco

suona italodisco

ti giuro se ti penso la mia testa suona

suona italodisco

Il significato del brano Italodisco dei The Kolors

Il brano ITALODISCO è il risultato del lavoro di Stash e Davide Petrella, con Stash, Zef e Starchild alla produzione. Questo pezzo rappresenta un sentito omaggio al genere Disco, che negli anni ’80 ha fatto dell’Italia un punto di riferimento per la musica elettronica.

The Kolors si ispirano ampiamente ai maestri di quella epoca, come Giorgio Moroder e Righeira, aprendo così un nuovo capitolo nel loro percorso musicale. La canzone unisce la classica cassa dritta e atmosfere nostalgiche a immagini chiare e riferimenti precisi ad alcune caratteristiche distintive della disco music italiana.

Stash ha spiegato che la canzone ITALODISCO è nata in poche ore, durante la ricerca di un nuovo suono che potesse rappresentare l’evoluzione del loro percorso pop. Innovare nel pop è sempre una grande sfida, ma mentre stavano sperimentando con il sintetizzatore moog in studio, un arpeggiatore si è avviato casualmente, stimolando subito in loro il ricordo di quel caratteristico suono tutto italiano, che è per loro il suono eterno dell’elettronica.

La semplicità di quel sintetizzatore e la combinazione con testi e melodie contemporanei hanno dato vita a ITALODISCO, una canzone che celebra il passato e lo reinterpreta in modo fresco e attuale. Questo brano rappresenta una testimonianza della continua evoluzione e della volontà di The Kolors di sperimentare e omaggiare le radici della musica italiana.

Video di Italodisco

Chi sono i The Kolors

Il gruppo, nato a Milano nel 2009 e vincitore di Amici nel 2015, è composto da tre membri: Antonio Stash Fiordispino alla voce e chitarra, Alex Fiordispino alla batteria e percussioni, e Dario Iaculli al basso. La canzone Italodisco rappresenta anche la loro prima collaborazione discografica con Warner Music Italy.

L’inaspettato successo ha reso i membri della band felici ed increduli di ritornare in cima alla classifica FIMI con “Italodisco”. Curiosamente, il brano non era stato concepito come un tormentone estivo, ma il momento in cui la figlia di Stash ha iniziato a canticchiarlo il giorno successivo alla sua uscita, lui si è commosso e ha capito di essere sulla strada giusta.

Scritto da Antonio Stash Fiordispino e Davide Petrella, e prodotto da Stash, Zef e Starchild, “Italodisco” è un vero omaggio al genere musicale degli anni ’80, quando l’Italia era un punto di riferimento per il suono elettronico.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.